La chiamata al 118
Un semplice gesto puè salvare una vita!




Ultime Notizie

SERVIZIO CIVILE 2017

PRESENTAZIONE DOMANDE CANDIDATI ENTRO LE ORE 14:00 DEL 26 GIUGNO 2017

Io Non Rischio - 15 16 Ottobre 2016

Campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile. 15 e 16 ottobre volontari in piazza a Costa Volpino

Areu

In caso di Emergenza Sanitaria il numero da comporre è il 118.

Quando possibile, è preferibile utilizzare un apparecchio fisso per telefonare: la qualità della conversazione è migliore e la chiamata può facilmente essere localizzata (una chiamata di soccorso non può sortire alcun effetto se l'operatore non comprende da dove proviene la chiamata).

La chiamata di emergenza dovrebbe avere il seguente svolgimento:

  1. Presentarsi con nome e cognome.
  2. Dare il numero del telefono dal quale si sta chiamando. In molti casi l'operatore può visualizzare il numero, ma è comunque preferibile lasciare un recapito per essere richiamati.
  3. Dare la posizione esatta dell'evento, includendo il nome della città, la via e il numero civico ed il nome presente sul citofono o sul campanello; se ci si trova lungo una strada fuori città, aggiungere dei punti di riferimento, la distanza e la direzione del senso di marcia.
  4. Descrivere la situazione: malore o incidente, in quest'ultimo caso specificare quali sono i danni e il numero delle persone coinvolte.
  5. Se ci sono poche persone coinvolte, dare una descrizione delle loro condizioni generali (cosciente o incosciente, respira o non respira).
  6. Indicare quali gesti di primo soccorso sono stati già necessari.
  7. Rispondere alle domande dell'operatore ed ascoltare le sue indicazioni - chi chiama deve sempre riagganciare per ultimo.

I numeri di emergenza non devono mai essere utilizzati per motivi non legati alle emergenze.

 

La chiamata di emergenza ha lo scopo di attivare il servizio 118 - Emergenza Sanitaria e di ogni altro servizio necessario in relazione alla richiesta di soccorso. Inoltre la chiamata permette di informare le Autorità competenti nei casi stabiliti dalla legge (in caso contrario si incappa nel reato di omissione di soccorso).

La chiamata di emergenza è comunque opportuna in qualunque situazione nella quale si ravvisa un pericolo per la vita, per l'ordine pubblico, per cose ed animali. Ad esempio nei seguenti casi

  • una persona è incosciente, non respira o in arresto cardio-respiratorio
  • una persona sanguina copiosamente (emorragia)
  • una persona è caduta o ha subito un trauma
  • una persona è in uno stato di confusione mentale, non ricorda nulla o non riesce a parlare
  • una donna sta partorendo
  • una persona ha subito violenza o una rapina
  • una persona sta tentando o si teme che tenti il suicidio

L'emergenza è una situazione che rappresenta una minaccia immediata per la vita umana o per cose e animali, inoltre esiste un grado di urgenza che indica la priorità necessaria per affrontare le diverse situazioni nel caso gli infortunati siano più di uno.

La chiamata di emergenza deve essere fatta dopo la protezione e l'esame primario dell'infortunato, costituisce un anello della catena del soccorso.



Fonte: Wikipedia